VaralloPop: tutti i numeri del successo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 18/07/2017 alle ore 11:07.
VaralloPop: tutti i numeri del successo 4
VaralloPop: tutti i numeri del successo 4

Si è conclusa domenica 16 luglio, con il latin-rock dei Bandido, la XV edizione del “Varallo Pop”, un festival sempre più maturo per solidità dell’organizzazione e, al tempo stesso, mai così giovane per composizione dello staff e scelte stilistiche. La serata che meglio riassume la freschezza della kermesse è stata quella di sabato: l’evento “Time Summer Fest” by Sigma / SOS, che ha ripercorso a suon di dj set gli anni migliori della disco-music, ha radunato una folla di ragazzi a ballare sotto allo scenografico palco del campetto sportivo del “principato di Cascinetta”. Spara-coriandoli, luci led e animazione hanno creato un clima frizzante e di allegra spensieratezza. Il tempo scorreva al contrario, rispecchiando lo spirito del Paese delle Idee, che rifiorisce di anno in anno e conquista le nuove generazioni.

La manifestazione, che ha contato 6500 presenze totali, era partita con ottimi riscontri giovedì 13 con il decennale della Combriccola del Musical che ha messo in scena il remake del suo show d’esordio “Grease”, e con le hit di J-Ax e Articolo31 dei Domani Smetto. Venerdì, invece, dopo il live dei Mister X, protagonista della notte è stato ElectricWood, dj set by House of Beat. Il cartellone ben bilanciato, in equilibrio tra vari generi e proposte di intrattenimento studiate per coinvolgere pubblici diversi, ha garantito anche quest’anno il successo del festival “pop” per definizione ed intenti. Alla qualità dell’offerta musicale hanno contribuito anche gli acustici sotto al tendone ristoro e le band di apertura: Yonada, Aryanna, D-Soul, Sandflies, le Mondane e Bibo Band (unplugged); Kuda e Inniorant Espiriens, dj set by Erno&Cenzo. La magia dello spettacolo è stata, infine, offerta dall’energia dei ballerini della Rock’n’roll School, dalle performance circensi delle Phoenix Girls e dalle danze di Accademia Omkara.

Una menzione merita anche l’Acropoli, lo spazio open-art che porta l’arte tra la gente. Hanno esposto le loro opere i fotografi Alessandro Agazzone e Laura Canesi, l’illustratrice Ottavia Beccaria e le pittrici Giulia Marzocca e Mariangela Mazzeo.

Il progetto alla base di Varallo Pop, insomma, è in continua crescita ed evoluzione, grazie alla costanza e alla passione di un numeroso gruppo di persone che lavorano insieme per gli altri, per dare vita a momenti di aggregazione e divertimento attraverso quella che, dal 2003, ad oggi, è diventata qualcosa di più di una semplice festa del paese.

L’organizzazione ringrazia la collaborazione delle associazioni che hanno coadiuvato l’evento e gli sponsor, tra cui il principale Faco Spa.

Parte dei proventi verrà devoluta in beneficenza.

Tags: estate,festa,successo,VaralloPop,Varallo Pombia

Cultura

Economia

Sanità