I carabinieri smantellano una rete di spaccio tra Gattico, Arona e Novara

Stampa Home
Articolo pubblicato il 25/07/2017 alle ore 10:30.

I carabinieri del Comando di Arona sono riusciti nell'impresa di smantellare una vera e propria centrale dello spaccio di stupefacenti. Le indagini hanno avuto inizio lo scorso 14 giugno, quando i carabinieri hanno arrestato un uomo, classe 1973, residente a Gattico, trovato in possesso di 300 grammi di marijuana e di 55 grammi di hashish. Dalle indagini è poi emerso che si trattava di uno spacciatore attivo nella zona di Gattico e dell'Aronese. L'attenzione dei carabinieri si è quindi spostata sul fornitore delle sostanze stupefacenti. E' in questo contesto che è stato identificato S.L. autista di una società di corrieri che per le "consegne" di droga usava proprio i furgoni sui quali lavorava ogni giorno. L'uomo riforniva gli spacciatori attraverso buste sigillate riportanti il logo della società per la quale lavorava. I contatti tra le persone che entravano nel giro dello spaccio avvenivano tramite messaggi su Whatsapp. Risalendo con le indagini attraverso la "filiera" della rete di spaccio, i carabinieri sono riusciti ad arrestare ieri, 24 luglio, a Novara, un uomo, S. G. le sue iniziali, classe 1974, ritenuto il fornitore di tutta la catena. Nella sua abitazione infatti, i militari hanno trovato 2,35 chilogrammi di marijuana, 8 etti di hashish, alcuni bilancini di precisione e il materiale necessario al confezionamento della droga. L'arrestato è stato immediatamente associato al carcere di Novara, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Territori

Cronaca

Economia

Sanità