Forzano la porta, ma il vicino chiama il 112: prese 3 donne

Stampa Home
Articolo pubblicato il 27/05/2017 alle ore 08:28.

Forzano la porta, ma il vicino di casa se ne accorge e chiama il 112: furto sventato e tre donne in manette. E' il bilancio di quanto avvenuto a Novara, nel primo pomeriggio del 24 maggio in un condominio di via Monte San Gabriele. Le tre avevano cercato di nascondersi nell'androne delle scale, ma sono state rintracciate dai carabinieri, intervenuti con due pattuglie, presidiando così l'interno e l'esterno del palazzo. A inchiodarle il cacciavite che una delle tre aveva nascosto fra gli abiti, usato poco prima per forzare l'uscio. Per tutte, già note pre precedenti analoghi, è scattato l'arresto: si tratta di una 18enne nata in Italia , una ventenne nata in Serbia condannate a 10 mesi per direttissima, mentre la terza complice è una ventiseienne nata in Francia, condannata a 6 mesi e 10 giorni. Le due a cui è stata inflitta la pena più pesante sono state ritenute colpevoli anche di aver fornito false generalità; dai database delle forze dell'ordino risultavano già in possesso di 5 identità diverse.

Un'altra telefonata ha permesso di sventare un furto a Borgolavezzaro. Nella serata del 24 maggio, il padrone di casa è rientrato e ha capito subito che nella propria abitazione c'era una presenza indesiderata. I carabinieri hanno infatti trovato una 24enne del biellese. La donna ha anche tentato di opporsi all'arresto.

Infine i controlli preventivi contro i furti hanno portato a due arresti a Oleggio. Si tratta di una coppia che era finita nei guai ad aprile per furto in appartamento. Lui, olandese di 27 anni era ai domiciliari, lei 25enne del posto che da qualche giorno non si presentava in caserma per espletare l'obbligo di firma a cui era sottoposta. Nessuno dei due era in casa, ma sono stati trovati nella mattinata di venerdì 26 maggio e arrestati con l'accusa di evasione.

Tags: novara,borgolavezzaro,oleggio,furti,arresti dei carabinieri

Cultura

Economia

Sanità