Davanti al Prefetto si decide il futuro della statale 32: i vincitori del primo "round" sono i cittadini

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14/07/2017 alle ore 10:45.

Si è concluso con una prima piccola vittoria dei cittadini e delle Amministrazioni locali la riunione convocata di fronte al Prefetto del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, che ha trattato la questione della sicurezza sulla strada statale 32. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Borgo Ticino e Castelletto, della Provincia di Novara, di Anas, dei vigili del fuoco, dei carabinieri, della questura e della polizia stradale. Nel corso dell'incontro sono stati concordati interventi di messa in sicurezza immediati che, per quanto riguarda la prima tranche, dovranno essere portati a termine entro giovedì 20 luglio. Nello specifico si lavorerà sulle asfaltature, sulla manutenzione dell'erba nelle isole di traffico e sull'illuminazione degli incroci. Anas e la Provincia sono stati richiamati alle proprie responsabilità del Prefetto. A margine della riunione Francesco Paolo Castaldo ha incontrato anche il comitato dei cittadini che ha minacciato proteste plateali e il blocco della strada in seguito all'ultimo incidente mortale avvenuto sull'arteria che porta a Novara, lo scorso 23 giugno. Tutti i commenti dei protagonisti dell'incontro e i particolari della riunione sul numero del Giornale di Arona in edicola a partire da oggi.

Territori

Cronaca

Economia

Sanità