A Borgo Ticino si parla di crimini contro l'umanità

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04/07/2017 alle ore 09:21.
L'avvocato Andrea Speranzoni, difensore del Comune e dei familiari per l'eccidio di Borgo Ticino
L'avvocato Andrea Speranzoni, difensore del Comune e dei familiari per l'eccidio di Borgo Ticino

Il Comune di Borgo Ticino, con la partecipazione di AIGA Novara - Associazione giovani avvocati e praticanti del Foro di Novara, organizza un incontro informativo intitolato «Crimini contro l'umanità: sviluppi giurisprudenziali e nuove prospettive per la giustizia internazionale». Porteranno i loro saluti il sindaco Alessandro Marchese e l’avvocato Giulia Carvoli, consigliere direttivo AIGA sezione Novara. Moderatrice del convegno, che si terrà mercoledì 5 luglio dalle 21 alla biblioteca comunale di Borgo Ticino, in via Gagnago 2, l’assessore agli affari legali e bilancio Carmen Viceconti. È stata anche presentata richiesta di accreditamento presso l'Ordine degli Avvocati di Novara. Gli argomenti discussi durante la serata saranno: la giurisprudenza italiana recente in materia di crimini di guerra/crimini contro l'umanità, l’attuale situazione giuridica dei privati ed enti vittime di crimini di guerra/crimini contro l’umanità, in particolare in relazione all’eccidio avvenuto nel Comune di Borgo Ticino il 13 agosto 1944 e la presentazione della storia del desaparecido cileno Juan Bosco Maino Canales. Dal Foro di Bologna, tra i relatori dell’incontro ci sarà l’avvocato Andrea Speranzoni, penalista, ha difeso circa 300 tra familiari delle vittime ed enti pubblici in processi per reati di terrorismo e in otto casi giudiziari di crimini di guerra, tra cui proprio il Comune di Borgo Ticino e le famiglie dei 12 martiri uccisi dai nazi-fascisti. Recentemente ha difeso davanti la Corte di Assise di Roma familiari delle vittime, sindacati e associazioni nel processo sui desaparecidos di origine italiana assassinati in Cile, Argentina e Uruguay. È anche presidente del Comitato bolognese per la verità sull’omicidio dello scrittore e regista Pier Paolo Pasolini, chiedendo la riapertura del caso. E poi ancora saranno presenti a discutere i temi presentati l’avvocato Antonella Micele, civilista, da anni si occupa di responsabilità civile di Enti e soggetti privati in ambito giudiziale e stragiudiziale e si interessa delle tematiche afferenti alla tutela dei diritti umani anche in ambito sovranazionale e l’avvocato Roberto Nasci, penalista, specializzato nei settori del diritto dell'immigrazione, nel diritto penale militare e in tutti i profili di diritto internazionale ad esso collegati, si è occupato della difesa di parte civile in tre processi per crimini di guerra, nati dal rinvenimento del cosiddetto «armadio della vergogna».

Tags: Borgo Ticino,crimini contro l`umanita`,giurisprudenza,eccidio

Territori

Cronaca

Economia

Sanità