1300 studenti a scuola di legalità

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24/05/2017 alle ore 08:13.

Si è conclusa nel novarese l’edizione numero 5 del progetto, ideato di concerto con il Miur, denominato “Educazione alla Legalità Economica”. L’iniziativa, che ha interessato sedici diversi istituti scolastici ed il coinvolgimento di oltre 1300 studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado del capoluogo e della provincia novarese, ha avuto il fine di sensibilizzare i giovani sul valore della legalità economica ed illustrare il ruolo e i compiti del Corpo. I relatori, avvicendati nella gestione degli incontri, hanno illustrato gli argomenti agli alunni anche con l’ausilio del materiale multimediale predisposto appositamente dai vertici della guardia di finanza.

“Il progetto “Educazione alla Legalità Economica” ha l’obiettivo di far maturare nei giovani la consapevolezza del valore della legalità economica, incentrati sul contrasto all’evasione fiscale, allo sperpero di risorse pubbliche, alla falsificazione monetaria, alla contraffazione dei prodotti, nonché all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti”, spiegano le Fiamme Gialle.

Durante gli incontri, i relatori hanno, inoltre, affrontato temi quali la democrazia e la cittadinanza e reso note, illustrando, nel contempo, le modalità di partecipazione al concorso “Insieme per la legalità”, che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la produzione di elaborati in forma libera, creativa e spontanea su tali temi.

Tags: scuola,cultura della legalita`,Guardia di finanza

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità